Cari ragazzi, cari genitori, cari docenti, assistenti e collaboratori della nostra scuola, quest’anno per la prima volta non sarò tra di voi a dare il benvenuto a questo nuovo anno scolastico, problemi che spero si risolveranno al più presto mi trattengono a casa.
Nonostante ciò non avrei potuto far mancare il mio personale saluto a tutti voi!
Sappiamo che quest’anno sarà un anno più che mai difficile e complicato; probabilmente vedremo aumentati i tanti problemi organizzativi, gestionali, logistici che con grande sforzo cerchiamo ogni giorno di affrontare e risolvere.
Ma quest’anno, ancora di più, abbiamo bisogno dell’aiuto e della collaborazione di tutti per riuscire nell’impresa di far ripartire la scuola… né avrebbe potuto essere diversamente.
La scuola rappresenta la scommessa sul futuro di una società e quindi con tutte le precauzioni, con tutta la prudenza del caso dobbiamo lavorare affinché si possa tornare a riempire le nostre aule e riprendere quel dialogo interrotto così bruscamente a marzo scorso.
Domani al suono della campanella scapperà qualche lacrimuccia, lo so… e non ce ne vergogneremo perché sarà bello e commovente respirare ancora quell’aria festosa, risentire quell’onda chiassosa inondarci e riempire di vita le nostre aule per mesi così silenziose da sembrare lugubri.
Buon anno con il cuore, che sia davvero il primo giorno di ripresa, che si possano lasciare alle spalle tutte le ore trascorse in solitudine ed angoscia nelle nostre case; ma che sia anche un anno di memoria e di responsabilità perché solo quando, consapevoli di ciò che abbiamo vissuto, facciamo tesoro e teniamo ferma la memoria, allora riusciamo ad affrontare il nuovo da venire e il futuro ci fa meno paura.

Buon anno, buon anno a tutti
Il dirigente scolastico
Prof.ssa Angela Rosauro